Né povertà né ricchezza - Una teologia biblica dei beni materiali Massimizza

Né povertà né ricchezza - Una teologia biblica dei beni materiali

Uno dei problemi più difficili che i cristiani hanno è quello del rapporto con i beni materiali. Nelle ricche nazioni dell’Occidente gli individui accumulano indefinitamente e nello stesso momento hanno coscienza della povertà quotidiana con la quale si confronta la maggior parte della popolazione del pianeta.

Dettagli

9788896441220

22,00 €

Aggiungi ai preferiti

10 Articoli disponibili

Uno dei problemi più difficili che i cristiani hanno è quello del rapporto con i beni materiali. Nelle ricche nazioni dell’Occidente gli individui accumulano indefinitamente e nello stesso momento hanno coscienza della povertà quotidiana con la quale si confronta la maggior parte della popolazione del pianeta. Ciò rende il rapporto con i beni materiali e con la ricchezza estremamente ambiguo.Le crisi finanziarie intervengono poi a rivelare la fragilità del sistema di sicurezza che i beni materiali dovrebbero costituire per gli esseri umani.In questo libro l’autore si chiede che cosa ha da dire l’intera Bibbia su questi temi. Partendo dalle idee fondamentali dell’Antico Testamento, e passando in rassegna le concezioni dell’epoca intertestamentaria, arriva ad analizzare l’insegnamento di Gesù e del Nuovo Testamento. La sua teologia biblica dei beni materiali illumina le problematiche attuali e suggerisce delle piste di riflessione valide per il mondo contemporaneo.C.L. Blomberg è Professore di Nuovo Testamento presso il seminario teologico di Denver, negli Stati Uniti. Egli è anche un noto studioso dei Vangeli.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

Né povertà né ricchezza - Una teologia biblica dei beni materiali

Né povertà né ricchezza - Una teologia biblica dei beni materiali

Uno dei problemi più difficili che i cristiani hanno è quello del rapporto con i beni materiali. Nelle ricche nazioni dell’Occidente gli individui accumulano indefinitamente e nello stesso momento hanno coscienza della povertà quotidiana con la quale si confronta la maggior parte della popolazione del pianeta.

Scrivi il tuo commento