La seconda epistola di Paolo ai Corinzi Massimizza

La seconda epistola di Paolo ai Corinzi

Scrive il Jowett: "Gloria e umiliazione; vita e morte; una visione di angeli che lo rinvigorisce; la spina nella carne che lo abbatte; una grandissima tenerezza, ma non priva di severità; un dolore smisurato, delle consolazioni smisurate; ecco alcune delle contraddizioni che si conciliano nello stesso uomo."

Dettagli

1001000022503

10,33 €

Aggiungi ai preferiti

10 Articoli disponibili

Tutti gli studiosi della II Corinzi sono concordi nel dichiarare che in questa sua lettera l'apostolo Paolo si svela apertamente. Scrive il Jowett: "Gloria e umiliazione; vita e morte; una visione di angeli che lo rinvigorisce; la spina nella carne che lo abbatte; una grandissima tenerezza, ma non priva di severità; un dolore smisurato, delle consolazioni smisurate; ecco alcune delle contraddizioni che si conciliano nello stesso uomo." La debolezza nella forza e la forza nella debolezza, entrambe tanto meravigliosamente manifestate nella vita e nella morte di Gesù, furono riflesse con splendore di poco minore nella vita del Suo apostolo, che espresse il suo paradosso più grande con le parole: "Quando son debole, allora sono forte". Entrare nel cuore di Paolo significa conoscere Gesù e la forza della Sua risurrezione.

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi il tuo commento

La seconda epistola di Paolo ai Corinzi

La seconda epistola di Paolo ai Corinzi

Scrive il Jowett: "Gloria e umiliazione; vita e morte; una visione di angeli che lo rinvigorisce; la spina nella carne che lo abbatte; una grandissima tenerezza, ma non priva di severità; un dolore smisurato, delle consolazioni smisurate; ecco alcune delle contraddizioni che si conciliano nello stesso uomo."

Scrivi il tuo commento